pila-di-giornaliLe cooperative editoriali e giornalistiche patiscono la riduzione dei contributi pubblici. Federcultura – Confcooperative, insieme alle altre Associazioni di rappresentanza del settore, si è fatta più volte portavoce di questa sofferenza. A breve il Governo dovrebbe proporre una riforma del sistema dei contributi che ripensa complessivamente il sostegno all’editoria, alla luce del nuovo contesto produttivo, delle innovazioni tecnologiche e del mercato. La Federazione non conosce ancora i contorni esatti della riforma, sulla quale sarà chiamata, più avanti, ad esprimere un parere. Federcultura ha già contattato i presidenti ed i direttori delle cooperative coinvolte affinché diano anche il loro contributo. Nel frattempo la Federazione, insieme alle altre sigle, avvia una campagna di sensibilizzazione che chiama in causa direttamente le testate locali. Si tratta di produrre contenuti per blog, post per i social: vere e proprie testimonianza dal mondo dell’editoria. Una mobilitazione che parte dalle redazioni e le impegna in prima linea in un’ottica di condivisione delle professionalità e delle esperienze.

Il gruppo di lavoro

Chi aderisce alla mobilitazione può dare la disponibilità a far parte di un gruppo di lavoro. Esso è composto dai direttori o dai giornalisti delle testate cooperative. Il gruppo ragiona e produce i contenuti utili a questa strategia.

Per le informazioni

Gli uffici di Confcooperative Campania sono disponibili per fornire tutte le informazioni