torneo-di-calcetto-fili-d'erba-

da sinistra: Giovanni Anastasio, assessore Savastano, Manrico Gesummaria e Ciro Plaitano

Ricordare il valore di una persona attraverso lo sport. Lo fa, ormai da 4 anni,  la cooperativa sociale salernitana Fili d’Erba che, in memoria di Aniello Pucci, operatore sociale e vice presidente dell’impresa scomparso nel 2009, organizza tornei di calcetto con tanto di manifestazione finale. L’ultima si è tenuta ieri presso i campi di calcio del centro sportivo San  Matteo, nel quartiere Mariconda di Salerno. Il torneo ha coinvolto decine di operatori sociali e circa 110 persone fra bambini e adolescenti dai centri polifunzionali e di aggregazione gestiti dalla stessa Fili d’Erba insieme ad altre cooperative. «La mission del torneo è, da principio, mettere in connessione il sociale e lo sport, ricreando una condizione di competizione protetta per i nostri ragazzi,  all’insegna della solidarietà e dell’integrazione» dichiara il presidente della cooperativa Ciro Plaitano. A caratterizzare la giornata di ieri, anche le dimostrazioni di danza, di taekwondo e di animazione. All’evento hanno preso parte l’assessore alle Politiche Sociali del comune di Salerno Nino Savastano, Manrico Gesummaria e Giovanni Anastasio, rispettivamente presidente e coordinatore di Confcooperative Salerno che hanno donato alla cooperativa una targa. “In ricordo dell’amico Aniello Pucci, fulgido interprete degli autentici valori della cooperazione e della solidarietà“ recita la scritta. Erano presenti anche le cooperative sociali Prometeo ’82, Il Portico, e le associazioni  Arciragazzi e Quartiere Ogliara. Per mettersi in contatto con la cooperativa: http://www.cooperativafiliderba.org/