La Federazione regionale delle Cooperative Agricole ed Agroalimentari (Fedagri) si pone come la maggiore organizzazione settoriale dell’intera cooperazione agricola ed agroalimentare in termini di cooperative e numero dei soci nonché di fatturato complessivo delle strutture associate che operano in tutti i comparti produttivi (ortoflorofrutticolo, vitivinicolo, lattiero caseario, zootecnico, oleario, cerealicolo, servizi e mezzi tecnici, forestale.) con particolare riguardo alla valorizzazione dei prodotti attraverso la gestione diretta dell’intera filiera che si estende dalla produzione fino alla lavorazione, trasformazione e commercializzazione sui mercati nazionali ed esteri.


Organi sociali

PRESIDENTE

ALFONSO DI MASSA

alfonso - di massa

CONSIGLIO REGIONALE

VICE PRESIDENTI:

DE LEONARDIS NICOLA (cooperativa San Giorgio Carni)

DE FEO ENZO (cooperativa Molara)

ROMANO TOMMASO (cooperativa Pomar)

ADILETTA LUIGIA (cooperativa Futurargro)

CONSIGLIO REGIONALE:

DI SANTO ALESSANDRO (cooperativa Cantine di Castelvenere)

MAZZEO FLAVIO (cooperativa Tabacchicoltori Sanniti)

GIUSEPPE PACIFICO (cooperativa Apooat)

GALLO ANDREA (cooperativa Il Gallo)

ATTIANESE PASQUALE (cooperativa Pomoidea)

GAROFANO ANGELO (cooperativa Apoc)

ERRICHIELLO LUIGI (cooperativa Giovani cunicultori pomiglianesi)

 

SIMEONE ALESSANDRO (cooperativa Cerere)

ANDOLFI ANGELO  (cooperativa La Granella)

DI MASSA VINCENZO (Associazione Ortofrutticoltori Agro)

 

ASSEMBLEE 2014

STATUTO FEDAGRI CAMPANIA:  Scarica qui

REGOLAMENTO FEDAGRI CAMPANIA: Scarica qui

Ecco il Documento programmatico presentato in Assemblea dalla Federazione: scaricalo qui

 

Il 9 gennaio 2013 è nato a Roma “Agrinsieme“, il Coordinamento tra Cia, Confagricoltura e l’Alleanza delle cooperative italiane agroalimentari.

Sfoglia il documento del Coordinamento nazionale

Il 18 aprile 2013 il Coordinamento di Agrinsieme è una realtà anche in Campania

Leggi qui il documento

Il 23 Febbraio 2015 il Coordinamento di Agrinsieme attiva in Campania una manifestazione per sensibilizzare i Prefetti e la Regione sul temi cruciali per il futuro del settore.

Leggi qui il documento