incontro-Federsolidarietà-CampaniaSi sono incontrati stamane, 15 luglio, i cooperatori sociali impegnati nell’integrazione lavorativa dei detenuti e Andrea Fora, vicepresidente nazionale di Federsolidarietà e coordinatore nazionale del gruppo di lavoro “Giustizia e Carcere”.  Argomento centrale della riunione i fondi stanziati dalla legge Smuraglia e le azioni da mettere in campo a livello territoriale sia a livello politico che commerciale.

Dapprima Fora ha aggiornato i presenti su quanto sancisce la legge Smuraglia, legge che, per una  interpretazione “libera”, ha assunto sfumature diverse sui territori.  Fora ha poi illustrato le possibilità che ci sono rispetto ai fondi stanziati e gli obiettivi che la Federazione nazionale si è prefissa rispetto al tema giustizia. Ha quindi invitato i cooperatori ad inserirsi, attraverso un referente, nel Gruppo di cui è coordinatore.

I cooperatori, da tempo a stretto contatto con le strutture penitenziarie, hanno raccontato le loro esperienze e si sono mostrati disponibili a lavorare ad un coordinamento regionale, di concerto con quello nazionale, per agire sulla progettualità di reti commerciali vaste e per mettere in campo una lobby politica nei confronti del Provveditorato locale, sulla falsariga di un Protocollo firmato a Roma.

L’incontro si è concluso con il consolidamento del gruppo regionale che ovviamente rimane aperto a chiunque sia interessato a farne parte.

«C’è stata una bella partecipazione» ha commentato Maria Rosaria Soldi, direttore della Federazione regionale. Ed ha aggiunto:«Il lavoro del gruppo Giustizia e Carcere a livello locale è fondamentale. Bisogna agire sulle reti commerciali – e politiche- il tutto per rispettare la mission della cooperazione e di Confcooperative: creare impresa virtuosa, non solo per il beneficio di un singolo, ma anche della comunità».