La Regione Campania sostiene le micro piccole e medie imprese campane nella crescita sui mercati regionali, nazionali e internazionali e nei processi di innovazione. A tal fine con decreto dirigenziale n 53 del 16/03/18 la Regione ha pubblicato l’Avviso per la concessione di contributi finalizzati al finanziamento di programmi di internazionalizzazione delle micro piccole e medie imprese. Prima di rimandare alla lettura completa del bando, analizziamo i tratti salienti dell’Avviso.

Risorse stanziate

La dotazione finanziaria complessivamente disponibile per l’Avviso in parola è pari a 15 Meuro, a valere sull’Asse III – Obiettivo Specifico 3.4 – Azione 3.4.2 del POR Campania FESR 2014-2020.

Destinatari

Destinatari del presente Avviso sono le micro piccole e medie imprese (inclusi i liberi professionisti), in forma singola o associata in Reti di imprese con personalità giuridica (Reti-soggetto), Reti di imprese senza personalità giuridica (Reti-contratto), Consorzi, Società Consortili, che, al momento della presentazione della domanda di accesso all’agevolazione, siano in possesso dei requisiti di ammissibilità di seguito indicati.

I settori prioritari

Alcuni settori economici, ai fini dell’Avviso in esame, sono prioritari. E cioè:

  • Aerospazio (Settore aeronautico; settore spazio; settore difesa e sicurezza);
  • Beni culturali, Turismo, Edilizia sostenibile (Sistema dell’industria della cultura; Turismo; Costruzioni ed edilizia);
  • Biotecnologie, Salute dell’uomo, Agroalimentare (Settore farmaceutico; Settore dei dispositivi medici/biomedicale; Settore del pure biotech; Settore agroindustriale);
  • Energia e Ambiente (Settore produzione energia elettrica; Settore conversione e accumulo energia; Settore dispositivi per la misurazione e l’erogazione di energia elettrica; Settore sicurezza del territorio e gestione delle risorse ambientali; Settore bioplastiche e biochemicals);
  • Materiali avanzati e Nanotecnologie;
  • Trasporti di superficie, Logistica (Settore automotive; Settore delle costruzioni dei veicoli e dei sistemi di trasporto su rotaia; Logistica portuale e aeroportuale);
  • Tessile, Abbigliamento, Calzature

Interventi finanziabili

I Programmi di Internazionalizzazione devono prevedere la realizzazione di interventi ricompresi nelle tipologie di seguito indicate:

  • Partecipazione a fiere e saloni internazionali;
  • Incoming di operatori esteri presso la sede campana dell’impresa;
  • Incontri bilaterali tra operatori italiani ed operatori esteri, workshop e seminari all’estero o in Italia;
  • Utilizzo temporaneo (massimo 12 mesi) di uffici e/o sale espositive all’estero;
  • Azioni di comunicazione;
  • Supporto specialistico

Tipologia e misura dell’agevolazione

L’agevolazione di cui al presente Avviso è concessa ai sensi del Regolamento de minimis e consiste in una sovvenzione commisurata alle spese ammissibili, secondo quanto di seguito indicato:

Progetti presentati da micro piccole e medie imprese in forma singola:

Sovvenzione pari al 70% delle spese ammesse e comunque nella misura massima di Euro 150.000,00;

Progetti presentati da Aggregazioni Temporanee (Reti-contratto):

Sovvenzione pari al 70% delle spese ammesse e comunque nella misura massima di Euro 150.000,00 per singola MPMI aderente e di Euro 500.000,00 per l’intero Programma di Internazionalizzazione.

Presentazione della domanda

La presentazione della domanda di accesso all’agevolazione deve essere presentata solo in via telematica, utilizzando l’apposita piattaforma web, secondo le modalità indicate nel Decreto che verrà emesso ad hoc.

La presentazione della domanda si articola nelle seguenti sottofasi:

  • a far data dal trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del suddetto Decreto di approvazione della modulistica sul B.U.R.C, i richiedenti provvedono a registrarsi nell’apposita sezione della piattaforma web;
  • a far data dal quarantacinquesimo giorno successivo alla suddetta data di pubblicazione, i richiedenti, già registrati, compilano on line il modulo di domanda, disponibile sulla medesima piattaforma web, provvedendo altresì a firmarlo digitalmente;
  • a decorrere dal sessantesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del citato Decreto sul B.U.R.C. e fino al termine indicato nel medesimo provvedimento, i richiedenti procedono all’invio telematico del modulo stesso, utilizzando sempre la piattaforma web sopra richiamata.

Al completamento dell’iter di presentazione della domanda, ciascun richiedente riceverà, all’indirizzo PEC indicato nel modulo di domanda, il numero di protocollo, generato automaticamente in base all’orario di invio.

Il bando completo può essere letto e scaricato qui