Il Ministero dello Sviluppo Economico con l’intervento Imprese sequestrate o confiscate alla criminalità organizzata finanzia a tasso zero le aziende sottratte alla criminalità organizzata o quelle che gestiscono beni confiscati. L’intervento è gestito dalla Direzione generale per gli incentivi alle imprese, con l’assistenza tecnica di Invitalia. Attualmente sono ancora notevoli le risorse a disposizione.

Cosa si può fare

Si possono realizzare programmi di sviluppo in grado di conseguire gli obiettivi dell’incentivo:

  • restituire alla collettività i beni mobili e immobili delle aziende precedentemente gestite dalla criminalità organizzata, valorizzandoli sul piano imprenditoriale e/o assicurandone il riutilizzo a fini sociali e di pubblico interesse
  • creare nuove attività produttive sostenibili sul piano economico e sociale
  • generare nuova occupazione

A chi si rivolge

La misura si rivolge alle imprese di qualunque dimensione oggetto di sequestro o confisca alla criminalità organizzata, alle aziende che le acquistano o affittano, alle cooperative sociali assegnatarie di beni immobili confiscati e alle cooperative di ex dipendenti affittuarie di beni aziendali. Le imprese possono essere localizzate su tutto il territorio nazionale e operare in tutti i settori produttivi.

Cosa finanzia

La misura finanzia programmi di sviluppo compresi tra 50.000 e 700.000 euro relativi a uno o più dei seguenti ambiti di intervento:

  • investimenti produttivi
  • immobilizzazioni per la tutela della salute e della sicurezza sul lavoro
  • ristrutturazioni e riorganizzazioni aziendali
  • incremento dei livelli occupazionali ed emersione del lavoro irregolare
  • copertura del fabbisogno finanziario correlato ad un insufficiente accesso al credito bancario o alla contrazioni degli affidamenti in essere

Le agevolazioni

Le agevolazioni consistono in un finanziamento a tasso zero fino al 100% del programma di sviluppo ammissibile alle agevolazioni. Il finanziamento ha una durata non inferiore a 3 anni e non superiore a 10. È possibile avvalersi di un periodo di preammortamento non superiore a 2 anni. Le agevolazioni sono concesse nei limiti dei Regolamenti Ue de minimis.

Risorse finanziarie

Le risorse disponibili ammontano a 48 milioni di euro, di cui 20 destinati a finanziare esclusivamente programmi di sviluppo presentati da PMI operanti in Sicilia.

Come si presenta la domanda

La domanda si presenta esclusivamente online nella sezione dedicata del sito del Ministero dello Sviluppo Economico. È necessario essere in possesso della Carta nazionale dei servizi, disporre di una firma digitale e di un indirizzo di posta elettronica certificata. È possibile presentare domanda fino ad esaurimento delle risorse finanziarie.

Criteri di valutazione

La concessione del finanziamento è subordinata alla valutazione del programma di sviluppo e alla verifica dei seguenti parametri:

  • rapporto tra patrimonio netto e totale dell’attivo non inferiore al 5% (il riferimento è all’ultimo bilancio approvato, se esistente)
  • capacità di rimborso del finanziamento agevolato, valutata anche sulla base degli andamenti previsionali di conto economico delle imprese da finanziare.

Per migliori info 

Maggiori dettagli sono on line qui.